Matrimonio

    Per sposarsi con rito civile

    Per poter celebrare un matrimonio civile, gli sposi devono presentarsi all'Ufficio Matrimoni con i propri documenti d’identità, in originale e in fotocopia.

    Può presentare la pratica uno degli sposi, con delega a eseguire le pubblicazioni su carta semplice firmata dallo sposo assente e copia del documento di identità del delegante; Quando l’ufficio avrà provveduto all’acquisizione dei documenti necessari i nubendi dovranno presentarsi per la firma delle pubblicazioni muniti di una marca da bollo da € 16,00 (se tutti e due sono residenti nel Comune ) di due marche da bollo da € 16,00 (se i nubendi sono residenti in due diversi Comuni).A partire dal quarto giorno successivo alla conclusione della procedura di pubblicazione di matrimonio (occorrono 8 giorni di affissione all'Albo Pretorio on line), i nubendi possono prenotare la data del matrimonio che dovrà avvenire entro 180 giorni.

    Sede celebrazione:

    sede comunale Corso Umberto Primo – almeno un nubendo residente : titolo gratuito nubendi non residenti : € 100,00

    Casa della Cultura “Matteo d’Acquasparta” : almeno un nubendo residente: € 250,00 : nubendi non residenti : € 400,00

    L’eventuale versamento sarà effettuato o sul c/c postale N. 10428050 intestato a Comune di Acquasparta – Servizio di Tesoreria o mediante bonifico presso la UNICREDIT BANCA S.p.A IBAN IT14W0200872511000041132432

    Orario: tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 13,00 dalle ore 17,00 alle ore 19,00

    Almeno 7 giorni prima della data prevista per la celebrazione i nubendi dovranno consegnare all’Ufficio di Stato Civile fotocopia del documento d’identità dei due testimoni maggiorenni che saranno presenti all’atto e ricevuta dell’ eventuale versamento effettuato nonché rendere dichiarazione di scelta del regime patrimoniale.

    SI CONSIGLIA DI NON ATTIVARE PROCEDIMENTI DI CAMBIO DI RESIDENZA PER ALTRI COMUNI DAL MOMENTO DELL’AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER LA RICHIESTA DI PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO FINO ALL’AVVENUTA CELEBRAZIONE.

    Per sposarsi con rito religioso (con effetti civili)

    La prassi è identica a quella del matrimonio civile ma occorre presentare la richiesta di pubblicazioni rilasciata dal Ministro di Culto

    Documenti per il matrimonio: casi particolari

    Autorizzazione del Tribunale civile
    Per le donne vedove da meno di 300 giorni che intendono risposarsi prima di tale termine.

    Autorizzazione del Tribunale per i minorenni
    Per chi ha compiuto 16 anni e intende contrarre matrimonio prima della maggiore età.

    Nullaosta o certificato di capacità matrimoniale per i cittadini stranieri
    Il nullaosta e il certificato di capacità matrimoniale sono rilasciati dall’autorità diplomatica competente del proprio paese.
    Il nullaosta deve essere preventivamente legalizzato presso la Prefettura di Terni, se non vi sono convenzioni internazionali tra l'Italia e lo Stato di appartenenza dello sposo o della sposa che ne stabiliscano l'esenzione.
    Se il nullaosta presenta dati anagrafici incompleti, è necessario anche un estratto di nascita su modello plurilingue (o tradotto da Consolato, Ambasciata o perito traduttore).